UN’ISTITUZIONE CHE SA SCEGLIERE (*di Mario Procopio)

L’anno che è appena decorso è stato a dir poco difficile. Ci siamo trovati di fronte a due grandi macigni, che sono stati i docenti e i nuovi esami scritti ISE.

In quanto ai docenti abbuiamo avuto serie difficoltà una volta superato il loro periodo di prova. Abbiamo turnato ben 5 docenti, per realizzare che 2 erano veramente validi. Non è stato felice scremare ed individuare – come del resto non è stato neanche facile doverli mandare via. Intanto per motivi relativi alla natura del diritto del lavoro. Ma poi, dopo un po’ di settimane trascorse insieme, è difficile trovare le parole per dire “non sei adatto a questo lavoro – sorry!”.

In effetti, da noi, dopo un paio di mesi iniziali, bisogna procedere a ben individuare i livelli dei nostri allievi, indirizzandoli all’esame Trinity più consono. Alcuni di questi docenti – senza dubbio bravi – hanno evidenziato difficoltà nel partecipare al processo di individuazione dei livelli dei ragazzi (prima), nonché allo svolgimento degli idonei programmi per la preparazione agli esami (poi), finalità precipua per i nostri corsi.

Quindi, con coraggio, dopo tentativi durati qualche settimana, ci siamo trovati costretti a dover fare a meno di alcuni tra questi docenti.

L’altra difficoltà, e cioè quella degli esami, era strettamente connessa all’impegno dei nostri docenti. Dopo un pallido inizio avviato lo scorso anno, da questo maggio / giugno abbiamo deciso di buttarci totalmente nel nuovo esame ISE (lo scorso anno ci limitammo solo agli orali). Da quest’anno abbiamo, invece, stabilito di completare la nostra opera, ritenendo di aver raggiunto un minimo di preparazione anche noi formatori. Per questo motivo ci siamo trovati – obbligatoriamente! – a dover procedere ad una stretta selezione di docenti, come anche dei ragazzi. La fase preparatoria diventava davvero difficile in quanto abbiamo candidato ragazzi agli esami GESE, quelli sono orali. Ma ci siamo messi in gioco con i nuovi ISE, che prevedono una preparazione davvero impegnativa. Un orale davvero innovativo, che avevamo già affrontato lo scorso anno, orale del tutto dissimili dei GESE; ed uno scritto che poco o nulla ha a che vedere coi vecchi ISE, quelli effettuati fino al 31 agosto 2015. Si sono rese necessarie, dunque, importanti scelte. Ed ecco come ci siamo mossi, operando le scelte giuste e vincenti.

Abbiamo iniziato con l’osservazione di gruppi di allievi, affidata ad una coppia di docenti, per poter esprimere un giudizio e candidarli agli esami. Abbiamo quindi deciso di spostare il periodo d’esami, con l’orale svolto negli ultimi 3 giorni di maggio (mai così tardi) – e gli scritti il 7 giugno (di norma a maggio). Abbiamo, a poco alla volta, emesso i nostri pagellini in forma diversificata, in un periodo che è andato dal 10 marzo al 26 aprile. Abbiamo ultimato una forte selezione anche dei docenti, mantenendo gli unici due che abbiamo ritenuto volenterosi (oltre che capaci di sostenere gli allievi nella preparazione degli esami. Abbiamo bypassato le consuete simulazioni dei primi di maggio, appoggiandoci a dei video che hanno dato il chiaro senso dell’esame. Abbiamo annullato altri tipi di attività, concentrandoci unicamente sugli esami (5×1000 – sponsor – varie). Infine abbiamo ben diversificato la preparazione agli esami, con gruppi omogenei, e dedicando gli ultimi 6 giorni lavorativi prima degli esami scritti ad uno straordinario ed instancabile lavoro – ogni sera!

Da queste scelte, coraggiose quanto opportune, ne è venuto fuori un successo che vi sintetizziamo con l’aiuto dei numeri (ci riferiamo ovviamente ai GESE – in quanto per gli ISE siamo ancora in attesa di responso).

I candidati sono stati 62. Di questi solo 1 non ha passato l’esame. Dei rimanenti, 10 candidati sono stati promossi col risultato PASS (oscillazione tra il 65 ed il 74 per cento della griglia valutativa); 33 sono stati promossi con risultato MERIT (oscillazione tra il 75 ed l’84 per cento della griglia valutativa); 18 sono stati promossi con DISTINCTION (oscillazione tra l’85 ed il 100 per cento della griglia valutativa). Cosa ne pensate? Non sono risultati rispettabili? I promossi sono il 98,4%: straordinario. Dobbiamo essere soddisfatti.

E soprattutto consapevoli di aver effettuato le scelte giuste. Proprio quello che la nostra istituzione si ripropone. E cioè quello di essere un’istituzione capace e responsabile delle sue scelte che, alla fine, conducono al successo!

 

*- Docente lingua inglese Liceo Scientifico Statale “Zaleuco” Locri

– Consulente tecnico (traduttore) Tribunale di Locri

– Coordinatore Didattico ENGLISH CENTRE

– Referente esami Trinity College London     ENGLISH CENTRE

– Membro CdA     ENGLISH CENTRE

 

 

 

Condividi su

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *