F.A.Q. – Domanda 94

94) Il mio istituto ha chiesto i crediti formativi maturati entro il 15 maggio. Improrogabilmente. E’ una procedura corretta?  Tutte le procedure delle scuole di Stato dovrebbero essere perfette. Ciò accade grazie all’autonomia. Aggiungiamo…purtroppo. Purtroppo spesso si fa fare rima tra “autonomia” e “arbitrio”  : e questo non è affatto giusto. Tuttavia le scuole sanno che alcune decisioni (in teoria tutte) sono impugnabili al TAR, ed in caso di abuso, le scuole ne uscirebbero sconfitte. Questo del 15 maggio è comunque un abitudine che tante scuole stanno magnificamente superando, slittando i termini e concedendo giuste proroghe. Del resto vi sono anche tante iniziative interne alle scuole stesse che terminano a maggio o addirittura ai primi di giugno. Quindi appare logico che i termini debbano essere slittati, e non di poco. Speriamo solo che, nel giro di un anno o giù di li, tutte le scuole si adeguino, e possano offrire delle date diverse. Noi ci permettiamo di suggerire: un giorno o due precedenti il termine delle lezioni. Per esempio, per il corrente anno scolastico sarebbe, il 9 o l’8 di giugno. Giusto a titolo esemplificativo.

 

 

Vedi le altre domande

 

 

Condividi su

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS